echinacea

Un “vaccino” naturale contro le influenze

Ti ammali spesso? sei costretto a ricorrere ripetutamente agli antibiotici?
La soluzione è aumentare le tue difese immunitarie!
Ti consigliamo un vero e proprio VACCINO NATURALE ed efficace per farlo.
ECHINACEA  + UNCARIA TOMENTOSA
L’accoppiata è vincente!

l’Echinacea è un potente immunostimolante: tra i suoi principi attivi spicca l’echinacoside, una molecola con attività simile a quella dell’interferone, sostanza prodotta dall’organismo per combattere le infezioni virali. Possiede inoltre anche una moderata azione antibiotica e dunque aiuta a contrastare anche le patologie di origine batterica. Allevia gli stati febbrili.

L’Uncaria Tomentosa agisce come un vero e proprio “vaccino” naturale: grazie alla sua azione immunostimolante e antivirale è in grado di combattere i primi segni di debilitazione e aumentare le difese dell’organismo, favorendo anche l’adattamento ai cambi di clima. Fortemente antinfiammatoria, l’Uncaria attenua i sintomi allergici, i dolori muscolari e quelli causati dagli stati artrosici e reumatici. Riduce il contagio influenzale. Ottima antiossidante.

Possono essere assunte insieme sotto forma di decotto, di tintura madre o di estratto secco anche per lunghi periodi nei soggetti particolarmente debilitati e immunodepressi.

Algae Powder

l’ALGA SPIRULINA

La SPIRULINA è un’ alga verde azzurra dalle elevate proprietà nutritive. Contiene in alte percentuali proteine e aminoacidi, provitamina A e vitamine del gruppo B, in particolare B12,  E e K, potassio, ferro, zinco, rame, selenio e magnesio. Non solo: la spirulina è 8 volte più ricca di calcio rispetto al latte, 34 volte più ricca di ferro rispetto agli spinaci, 20 volte più ricca di betacarotene rispetto alle carote. A differenza di altre alghe NON CONTIENE IODIO ma è RICCHISSIMA DI CLOROFILLA.

  • Dà energia, aumenta le prestazioni fisiche e la massa muscolare negli sportivi
  • Ottimo ricostituente dopo un periodo di malattia
  • Rinvigorisce pelle, unghie e capelli  rende la chioma più lucente brillante e le unghie più forti
  • Sostegno durante le diete dimagranti .
  • Placa la fame e aiuta a mangiare di meno grazie alla presenza di fenilalanina riduce la fame nervosa
  • Disintossica l’organismo dai metalli pesanti grazie al contenuto di ficocianina
  • Riduce il colesterolo
  • Ottimo integratore proteico per vegetariani e vegani

l’alga spirulina è disponibile sotto forma di polvere o in compresse. La dose da assumere quotidianamente per verificarne i benefici è di 3-5 g al giorno da assumere a colazione o prima dei pasti. Si può protrarre l’assunzione per due o tre mesi consecutivi

linfa di betulla

La Linfa di Betulla

LINFA DI BETULLA: DIURETICA DRENANTE E DEPURATIVA
Un bicchiere al mattino per quattro settimane.
 
La Linfa di Betulla si raccoglie in primavera praticando una piccola incisione sul tronco dell’albero dal quale sgorga questo salutare liquido trasparente dal sapore leggermente dolciastro.
Le proprietà di questa linfa sono conosciue fin dall’antichità; trascrivo le testuali parole tratte da “I Discorsi Di M.P. Matthioli”nel 1563 che a sua volta riprende l’ancora più antico testo di Dioscoride:
Il tronco pertugiato col succhiello rende copia grandissima d’acqua chiara, a cui attribuiscono alcuni moderni virtù meravigliosa per rompere le pietre tanto nelle reni, quanto nella vescica , bevendone lungamente. Lavandone la faccia toglie vie le macchie, rimbellisce la pelle. Sana le ulcere della bocca lavandosi con essa.”
Gli antichi la sapevano lunga!!!
Oggi le proprietà diuretiche e drenanti della betulla sono dimostrate in modo scientifico. Berne un bicchiere al mattino non solo apporta all’organismo i sali minerali di cui è ricca ma depura l’organismo stimolando la diuresi, il drenaggio linfatico e di conseguenza riducendo, nelle donne in particolare, l’inestetismo cutaneo della cellulite! E’ una delle piante che, insieme alla spaccapietra, rientra anche nei preparati che contribuiscono a “pulire” i reni dalla cosiddetta “sabbiolina” e piccoli calcoli
Per quanto riguarda l’uso cosmetico sulle macchie scure della pelle non ne ho personale esperienza. Chi vuol sperimentare ci faccia sapere!
Si trova in erboristeria
allergiya-1

Un alleato contro le allergie: il Ribes Nigrum

Con l’arrivo della Primavera si risvegliano le allergie: starnuti, arrossamenti, lacrimazione, prurito (e nel peggiore dei casi anche crisi d’ asma e difficoltà respiratorie).

L’allergia è una reazione eccessiva dell’organismo nei confronti di una sostanza estranea. Il sistema immunitario reagisce in maniera anomala dopo essersi sensibilizzato all’allergene: in seguito ad un primo contatto con la sostanza estranea reagisce in maniera esagerata ad un eventuale ulteriore contatto.

Le malattie allergiche sono in costante aumento sia a causa del maggiore inquinamento, sia per l’uso di additivi alimentari e di fibre sintetiche.

Esiste un approccio naturale a questo problema per evitare o comunque limitare l’uso di cortisonici e antistaminici: aumentare le difese immunitarie.

Numerose sono le piante che contribuiscono ad aumentare tali difese come ad esempio l’Echinacea, L’Uncaria, la Rosa Canina, etc ma il miglior alleato contro le allergie può essere considerato il Ribes Nero.

Il Ribes nero ha numerose proprietà a seconda della parte della pianta. Per le allergie si utilizza il gemmoderivato o macerato glicerico (MG). Questa è una preparazione ottenuta attraverso la macerazione dei giovani getti in una miscela di acqua, alcool e glicerina.

Le gemme ricche di olio essenziale, flavonoidi e glicosidi, in questa preparazione, agiscono sulla corteccia surrenale, stimolando la produzione di cortisolo, un cortisone endogeno che aiuta l’organismo a reagire alle infiammazioniIn questo modo si  aumenta la produzione di steroidi surrenalici, normalmente secreti dalle nostre ghiandole per contrastare ogni tipo di stress o lesione, stimolare la conversione di proteine in energia, eliminare le infiammazioni e inibire temporaneamente l’azione del sistema immunitario che scatena le allergie .

Il gemmoderivato di ribes nero viene perciò impiegato per la sua potente proprietà antinfiammatoria e antistaminica che agisce sia al livello cutaneo, che a quello delle vie respiratorie. E’ indicato in caso di asma, riniti allergiche e croniche, bronchiti, laringiti, faringiti, dermatiti e congiuntivite. Ha inoltre un’azione immunostimolante, combatte la stanchezza e aumenta la resistenza al freddo al fine di prevenire malattie influenzali.

Si utilizzano 50 gocce del gemmoderivato in poca acqua da due a tre volte al giorno possibilmente a metà mattino e metà pomeriggio, ora in cui le ghiandole surrenali sono in maggiore attività.

Per le allergie croniche primaverili conviene utilizzare questo preparato naturale già tra gennaio e febbraio in modo che l’organismo si trovi  già preparato al contatto con l’allergene e possa rispondere più prontamente.

 

effetto palloncino

Come placare la fame in modo naturale

Esistono alcuni rimedi completamente naturali che , grazie alle loro proprietà, sono in grado di assorbire i liquidi ed aumentare così il loro volume; una volta ingeriti formano un idrogel soffice e voluminoso che riempie parzialmente lo stomaco, occupa spazio, e facilita così il conseguimento del senso di sazietà (potremmo definirlo un effetto palloncino naturale!). Tali fibre sono anche in grado di limitare l’assorbimento di grassi e carboidrati e conseguentemente di ridurre l’apporto calorico: possono essere utilizzate nell’ambito di diete ipocaloriche  finalizzate al controllo/riduzione del peso corporeo.

In particolare:

Glucomannano: è una fibra solubile di origine naturale (estratta dal tubero di Konjack) non assimilabile e di apporto calorico praticamente nullo. Ha la capacità di assorbire i liquidi e rigonfiarsi fino a 60/100 volte. Riduce inoltre l’assorbimento dei grassi e del colesterolo. Svolge un’azione leggermente lassativa

Farina di Guar (detta anche Gomma di Guar): è una fibra solubile ricca di polisaccaridi, di derivazione vegetale , che ha la proprietà di assorbire i liquidi e rigonfiarsi. Inoltre riduce l’assimilazione di glucidi e lipidi a livello intestinale.

Tali fibre vanno assunte con abbondante acqua (due bicchieri!) almeno mezz’ora prima dei pasti. L’acqua gli consente di aumentare di volume e pertanto di occupare spazio all’interno dello stomaco e far diminuire meccanicamente il senso di fame.

 

glucomannano-stitichezza (2)

 

lumaca

Bava di Lumache contro la Tosse

 

Le virtù salutari della bava di lumache sono conosciute fin dall’antichità.

Ripercorriamo un po’ di storia: Galeno ricorda nelle sue opere che gli abitanti di Alessandria si nutrivano di lumache in gran quantità per riprendere le forze dopo le malattie. I greci le consumavano vive per sciogliere il catarro e facilitarne l’eliminazione. Il medico Castore Durante, nel XVI secolo, nel suo libro “Il Tesoro della Sanità”, ribadisce che i preparati mucillaginosi a base di lumaca ” secondo l’esperienza personale, giovano allo stomaco ed ai polmoni e provocano il sonno”. Nel XIX secolo in Francia tali preparati erano utilizzati largamente contro la pertosse, i disturbi di petto e le anemie. Così pure in Germania l’uso della lumaca fu studiato e divulgato dal medico Hans Schroder. Sulla base delle conoscenze popolari, agli inizi degli anni 50 il prof. A. Quevauviller intraprese uno studio clinico sistematico sulle proprietà salutari e ne mise in evidenza le virtù calmanti nella tosse, nella pertosse e nella bronchite cronica.

Da allora l’impiego della bava di lumaca contro queste patologie non ha cessato di crescere.

La ricerca ha verificato le virtù espettoranti e fluidificanti del catarro, attribuendole primariamente alla presenza nello sciroppo di enzimi litici. Tali enzimi sono in grado di decomporre numerose molecole organiche come il denso catarro che intasa le vie respiratorie, alterando la viscosità del secreto bronchiale nella direzione di una maggior fluidità, modificandone il volume e permettendone la mobilizzazione e l’eliminazione dai bronchi.

Un filone di ricerca considera verosimile che il preparato contribuisca a liberare dal muco le vie respiratorie anche perché riduce l’adesività del secreto bronchiale. Ad oggi la maggior parte dei ricercatori sono concordi nel ritenere che l’effetto calmante sulla tosse dello sciroppo di lumaca è provocato dalle proprietà fluidificanti del muco bronchiale e dall’azione dei neuropeptidi che agiscono, per via nervosa, sul riflesso della tosse, inibendolo, e sul rilasciamento della muscolatura liscia bronchiale.

Ottimo anche in caso di gastrite

Lo sciroppo di lumaca può essere utilizzato in tutti i processi irritativi delle vie respiratorie bronchiali, per sciogliere il catarro e facilitarne l’eliminazione; nella pertosse, nella tosse associata a stati influenzali, para-influenzali ed a bronchiti acute e croniche, per arrestare lo stimolo della tosse e fluidificare il muco al fine di favorirne l’eliminazione.

Lo sciroppo di lumache può essere somministrato anche ai bambini con ottimi risultati

 

ragadi mani

Rimedi naturali contro le ragadi alle mani

Mani screpolate? arrossate? ragadi?
Il freddo e l’uso quotidiano di detersivi aggressivi sono alcuni fattori che accentuano questi disturbi, in particolare nelle donne ma non solo.
Per risolvere questo problema, spesso, non è sufficiente una semplice crema per le mani.
Vi suggeriamo di utilizzare quotidianamente una pomata ad alta concentrazione di Calendula, una pianta che ha proprietà lenitive e cicatrizzanti. Sono sufficienti poche applicazioni per apprezzarne i benefici.

Per le mani più rovinate si può fare un infuso di fiori di calendula (due cucchiai colmi per mezzo litro d’acqua, lasciare in infusione 20 minuti) e dopo averlo fatto intiepidire, immergerle in questo preparato e tenerle a bagno 15 minuti. Il trattamento può essere ripetuto ogni sera per alcuni giorni fino a risoluzione del problema.

Quanto detto è naturalmente valido anche per ragadi ai piedi.
Con una pomata alla calendula si possono trattare anche le ragadi anali e quelle al seno. 

Leggi, sintetizzate nel nostro erbario le altre proprietà della Calendula:

cannella

LA LEGGENDA DELLA CANNELLA E LE SUE PROPRIETA’

Leggenda vuole che la cannella, regina incontrastata di tutte le spezie nel periodo natalizio, fosse utilizzata dalla Fenice come base per il suo nido.
Ed è proprio così che questa spezia, accogliendo le spoglie del mitologico animale, acquisterebbe molte delle sue capacità terapeutiche e curative.
“Dopo aver vissuto 500 anni, [la Fenice] con le fronde di una quercia si costruisce un nido sulla sommità di una palma, ci ammonticchia cannella, spigonardo e mirra, e ci s’abbandona sopra, morendo, esalando il suo ultimo respiro fra gli aromi”
(Così ricorda Ovidio, nelle Metamorfosi)
Ricca di antiossidanti salutari, viene usata, oltre che come aromatizzante in cucina,  per aiutare i diabetici a tenere sotto controllo il livello di glucosio nel sangue. Sebbene non sostituisca completamente le altre terapie puo essere un valido aiuto. Un cucchiaino da caffè di polvere di cannella al giorno disciolta nel tè, nel latte, nell’orzo o in altra bevanda è la dose generalmente consigliata per sfruttare al meglio i suoi benefici.
Tra le tante proprietà della cannella, ricordiamo anche che:
  • favorisce la digestione
  • allevia la nausea
  • attenua i dolori mestruali
  • è un antibatterico naturale
  • placa il mal di gola
pappa_reale

La pappa reale

La Pappa Reale (così come dice il nome) è il nutrimento dell’ape regina per tutta la vita. In realtà tutte le larve dell’alveare sono nutrite con Pappa Reale per i primi tre giorni di vita, dopodiché se la larva non è destinata a diventare una regina (se si tratta cioè di api operaie e fuchi), il regime alimentare cambia. Dopo il terzo giorno di vita tali larve vengono nutrite con una miscela di miele e polline.

La pappa reale è una sospensione colloidale gelatinosa di colore bianco giallognolo, di sapore leggermente acidulo, contenente poco zucchero. Essa è secreta dalle ghiandole salivari ipofaringee delle giovani nutrici. Tale secrezione ha luogo solo quando le condizioni di temperatura e di alimentazione (cioè disponibilità di miele, di nettare, di polline e acqua) sono favorevoli.

La pappa reale è composta mediamente dal 66 % di acqua, dal 14% di glucidi, dal 10% di protidi, dal 6% di lipidi, , vitamina A, B1, B2, B6, C, E, H, PP, oligoelementi (potassio, ferro, calcio, rame, silicio, fosforo, etc.) aminoacidi (arginina, istidina, fenilalanina, etc). Viene utilizzata da secoli per via delle le sue proprietà ed effetti benefici.

Le esperienze cliniche infatti hanno dimostrato che la Pappa Reale:
• Migliora il metabolismo intracellulare e lo stato generale dell’organismo
• Stimola le ghiandole corticosurrenali combattendo gli stati depressivi, l’astenia, gli esaurimenti nervosi, la fatica fisica
• Stimola l’appetito nei soggetti inappetenti (molto utilizzata per questa sua proprietà nei bambini)
• Sostiene gli organismi debilitati, le persone anemiche, quelle convalescenti, gli anziani. • Aumenta la vitalità
• Aumenta la resistenza allo sforzo (utilissima agli sportivi)
• Aumenta la concentrazione
• Rallenta l’invecchiamento dell’organismo e della pelle
• Stimola il sistema immunitario e la produzione di anticorpi
• Ha proprietà epatoprotettrici dunque risulta utilissima in caso di epatiti croniche
• Aiuta ad abbassare il colesterolo

Una punta di cucchiaino di Pappa Reale pura va assunta al mattina a digiuno ed eventualmente anche nel primo pomeriggio direttamente sotto la lingua. La Pappa Reale pura per mantenere inalterate le sue proprietà deve essere conservata in frigorifero al buio. Può essere anche ingerita, da chi non ne sopportasse il sapore, miscelandola ad un po’ di miele. Non presenta alcuna controindicazione Non dà allergia. Usata come pomata rimargina ferite, coadiuva la guarigione di eczemi, foruncoli, ragadi.

Miglio

Il Miglio e i capelli

Il Miglio è un cereale che, purtroppo, ancora compare poco sulle nostre tavole. Non tutti sanno che possiede un elevato valore nutritivo:

Il miglio è composto mediamente per l’8% da acqua, 11% da proteine, 3.50% da ceneri, 73.3% da carboidrati, 4.2% da grassi; è ricco di minerali tra cui potassio, fosforo, magnesio, manganese, calcio, sodio, ferro, zinco e selenio.

Queste invece le vitamine presenti: B1, B2, B3, B5 e B6, vitamina E in piccola percentuale e vitamina K.

Queste caratteristiche ne fanno un ottimo alimento per rinforzare tutti i tessuti connettivi, i tendini, le ossa, lo smalto dei denti, i capelli, le unghie e la pelle.

Nello specifico le proteine del Miglio contengono aminoacidi solforati, che favoriscono la formazione della cheratina, sostanza che si trova nella cute e nei suoi annessi, come unghie e capelli, dei quali promuove la vitalità e la bellezza (e non a caso lo si somministra ai piccoli volatili per esaltare la bellezza del piumaggio, che è ricco di cheratina)
Carenze anche non eccessive di aminoacidi solforati possono indurre fragilità dei capelli, che si indeboliscono, formano le cosiddette “doppie punte” e possono cadere in quantità eccessiva. Si può assistere così ad un diradamento della chioma, poiché la crescita di nuovi capelli non riesce a rimpiazzare i capelli che cadono in quantità eccessiva.

Il Miglio contiene inoltre acido silicico, che fornisce il minerale silicio, molto utile per l’elasticità e il vigore di tutto l’apparato osteoarticolare, e per la robustezza dei capelli e delle unghie.

Un consumo regolare di Miglio nell’alimentazione aiuta a mantenere una bella chioma e unghie forti ed elastiche, oltre a giovare alla pelle, allo scheletro e alle articolazioni. L’assunzione come alimento deve essere quotidiana e regolare, e ciò non è difficile, poiché lo si può cucinare nei modi più svariati, aggiunto semplicemente alle minestre di verdure o, una volta lessato, sotto forma di polpettine, crocchette, timballi, oppure rosolato in padella con verdure ecc.
Se non si riesce a consumarlo regolarmente come alimento, il Miglio può essere assunto come integratore alimentare specifico, che contenga estratti concentrati che garantiscano un sufficiente apporto dei suoi preziosi nutrienti.
E’ consigliato in modo particolare per ridurre e contrastare un’eccessiva perdita di capelli, e per rinforzare unghie fragili e sfaldate.

Non contiene glutine, per cui è adatto ai celiaci; inoltre, essendo un cereale alcalinizzante, è utile per mantenere costante l’equilibrio acido-base dell’organismo.